Archivio per la categoria 'Cazzate'

ControSensi di colpa

Sunday, August 3rd, 2008

Se si avesse a disposizione uno pisichiatra di quelli che si vedono nei film, con il lettino in pelle di mucca e lui, anzi lei, con il blocchetto degli appunti e gli occhialini da segretario che prende appunti…
Ok, immaginatevi la scena e cominciate ad andare.
Leggi il resto dell’articolo

I cancelli ci cercano

Sunday, January 13th, 2008

Faac, parola chiave.

Il meglio che sono riuscito a trovare :D

Che cazzata

Sunday, January 6th, 2008

Ho una relazione a distanza
Ci vediamo una volta al mese
Ci chiudiamo dentr’una stanza
Sembra una tortura cinese…

Se è vero che quando ci si lancia si pensa oddio, ma chi me l’ha fatto fare, il 90% delle volte, una volta fatto poi si capisce che ne valeva la pena. O quanto meno, non farlo sarebbe stati da cagasotto che dopo dici “wa, che cazzone, perchè no!”
Tanto prima o poi ce ne andiamo tutti, ma non per questo non vale la pena farsi una passeggiata :P Cioè, è così che và. Punto.

Retrò? Vintage!

Friday, November 30th, 2007

Dopo così poco tempo non può essere orgoglio, la tragedia non si è ancora consumata, non ancora… non c’è stato neanche il tempo. Quanti anni saranno passati? Così tanti che posso anche giudicare. Faccio i paragoni. E sul culo è andata benissimo.
Non può sul serio già essere finito. Cioè, e poi per cosa? Ma perchè lo chiedo qui?
E’ forse orgoglio? Voglia di Vintage?
Che si tratta? Di dimostrare chi è più forte di chi? E la cosa non mi va proprio. Ognuno sulle sue, ognuno convinto delle propria razionalità.
E l’unico fuso alla fine sono sempre io…
Che bisogno c’è di dirlo? Anche una finestra aperta, dopo un muro in pieno volto… muro poi… talmente marmoreo che poi pensa di essere nel giusto quando spalanca le finestre.
Vabè, sarà l’oroscopo, sarà il meteo, sarà che sarà, anzi, sarà quel che sarà.

MaraMeo :P

Safesearch off

Saturday, November 24th, 2007

Basta cercare… mhh.. che ne so, Kennedy? Bush? Regan?
Chi me lo spiega tutto ciò?

Make sure your safesearch is off.

Tutto tace: sarò morto o vivo?

Wednesday, November 21st, 2007

Vivo morto X Nulla a che vedere con “Vivo, morto o X”, amennocchè la X non sia la stessa X di Generazione X.
Senso? nessuno. Voglia Zero come il piano Zero, che non esiste neanche. Solo un cenno di vita internettiana e troppe idee confuse.

Quindi no, non sono morto. Non sono più morto. E non ho neanche voglia di stare qui a discutere sulla profondità di questo intervento. Vista l’ora e visto che “hanno busseto” non è una cosa che si trova facilmente in giro.

Sinceramente,
Pier De La Testa

Meraviglioso Novembre… speriamo!

Tuesday, November 6th, 2007

Novembre è iniziato nel migliore dei modi… Speriamo che non sia solo un sogno! Mi sembra impossibile, eppure sono contenta, contentissssima!!
Finalmente, sembrerebbe, la vita inizia a girare positivamente per me… Sono stati 5 giorni molto intensi… Divertenti, bizzarri, movimentati, diversi, così dolci… !!
Vorrei poter bloccare il tempo, ritornare indietro e rivivere queste cose. Cosa?
Ma ovviamente non vengo mica a dirlo qui, pubblicamente!! Solo una la voglio dire… che no. Non sono pazza.
C’è un suo senso in tutto ciò… Che imprevedibile, a volte, il destino… e speriamo sia rosa fragola, ne ho bisogno! :P

IpsE diXit

Monday, November 5th, 2007

CenSoRed
Spiacente, ma sto post non aveva senso, c’erano scritte solo tante cazzate dall’ormai lontano 25 settembre. Per decenza pubblica l’ho censurato, spezzettato e nascosto qua e llà per tutto il sito.

E cosa ben più importante, non mi aspetto che a qualcuno venga lo schiribizzo di cercarlo.

Venghino signori

Thursday, November 1st, 2007

Approfittate di me. Fatelo in tanti e fatelo prima che sia troppo tardi :P

Dialogo con un venditore di Riempitivi

Tuesday, September 25th, 2007

Tratto e scritto da shehrazade

Dialogo con un venditore di “riempitivi” per vuoti dell’anima, anche conosciuti come “palliativi”.

Io: Buongiorno
Venditore: Buongiorno a lei. Dica.
Io: Avrei un vuoto da riempire.
Venditore: Di che tipo?
Io: Un vuoto dell’anima. Una specie di piccolo baratro nel cuore. Da quando lui è così “lontano” da me non riesco più ad arginarlo.
Venditore: Vediamo. Che ne dice di un po’ di shopping? Settimana della moda a Milano, potrebbe farsi un giretto da Gucci.
Io: E certo, come no. Questo è un mero palliativo, non mi basta.
Venditore: Beh, se mi scarta lo shopping, le proporrei questo modello di uomo, annata ’67, due anni completi di garanzia.
Io: Per carità. Mi manca solo di accollarmi un trentasettenne… per due anni!!!!
Venditore: Beh, allora forse è meglio questo modellino nuovo di uomo, collaudato, della fantastica annata dell’83. La migliore!
Io: E certo. Così gli faccio da mamma. Insomma… ho bisogno di riempire questo vuoto. Un disperato bisogno.
Venditore: Un po’ di alcool?
Io: E certo. Già sto sotto a un treno, ci manca solo che diventi alcolista.
Venditore: Lei è difficile signorina. Mi faccia pensare. Leggi il resto dell’articolo