Archivio per la categoria 'Riflessioni'

GF vs R.L.Stevenson

Saturday, November 14th, 2009

Una ardua sfida: cosa vince il sabato ad ora di pranzo? Un rapido riassunto della settimana GF o un altrettanto breve ed intenso Stevenson?
O come più probabile un breve e forzato riposino?

Stavolta la forza di volontà ha avuto la meglio: signori, è con orgoglio che vi presento il mio ultimo libro (letto).
/wp2/archives/category/riflessioni/lo_strano_caso_del_dottor_Jekyll_e_del_signor_Hyde.jpg
Un libretto per bambini? una storia che tutti conoscono, il dottor Jekill e mister Hyde, ma chi erano questi due personaggi? Anche se tutti ne hanno sentito parlare credo che siano in pochi ad averci fatto su una riflessione, e a dire il vero, anche io, a 6 ore di distanza dall’ultima pagina, ancora trovo difficoltà a trovare una interpretazione meta-fisolofica-fantascientifica-razionalistica che possa spiegare il perchè di questa lettura.
E’ forse una novità che in ognuno di noi ci siano diverse personalità? E’ forse nuovo che ognuno di noi ha una parte sinistra che vorrebbe far venire fuori ma che non può svelare, per mantenere e conservare la proria identità “sociale”?
E così si sfoglia una pagina, si chiude una copertina, ma si apre un buco, un buchino nero da riempire quanto prima con le conclusioni di questa riflessione.

In ogni caso, vale sempre la pena di prendere in mano un libro, saggio romanzo novella classico che sia.

Br, Dapuzz

Dicendo, facendo, uscendo e sfacelando

Friday, August 22nd, 2008

Paradì diu VetànGiusto per ricordarmi di fare un po’ d’ordine, adesso che posso e che non ho distrazioni. Dicendo, e rimuginando sempre sulle stesse cose. Sempre le solite cose. Banali più che mai. Banali e noiose.
Ognuno si fa le proprie ragioni, ed esserne consapevoli è veramente snervante. Ma tutti che scrivono bene, tutti che mi fanno commuovere, tutti che riescono senza troppo impegno ad esporre ed espiare in una sola confessione tutti i propri peccati. Farsi forza fino al prossimo semaforo rosso è la parola d’ordine.
Ma dov’è l’orizzonte? Che strada devo seguire o almeno in che direzione devo andare? Perchè l’autocoerenza mi spinge sempre a cambiare idea su se stessi e sugli altri invece di proseguire dritto fino ad una delle uscite?
Leggi il resto dell’articolo

Più meglio

Wednesday, July 16th, 2008

Es Hero » Vedrai, andrà meglio.
cosa?
» la vita dopo di me,
» vedrai,
» sarà molto meglio.
ma…
» la vita, dopo di me.
ma chi sei?!
» la vita…
» …andrà meglio…dopo di me…la vita…

Un solo bicchiere

Friday, July 11th, 2008

sanana Un bicchiere pieno di zucchero. Ecco come mi sento e come mi sentono, come un bicchiere, uno solo, e pieno di gusto zuccherino, da sciogliere il più possibile, mescolare quanto basta, e mandar giù.

Ma non tutto, non tutto d’un sorso. Deve restare almeno un po’ di soluto per poter ancora diluire, mescolare e mandar giù, diluire, mescolare e mandar giù, diluire, diluire, fino a quando del mio sapore non resterà null’altro che un opaco bicchiere.
Un solo bicchiere…
Diluito…
Mescolato…

Serata massima

Sunday, June 29th, 2008

Non ci hanno detto che sarebbe stato facile,
Ma hanno promesso che ne sarebbe valsa la pena…

Quando servono

Tuesday, May 27th, 2008

Il famoso momento del bisogno? Oddio, un po’ sì =)
Cmq una serata ancora una volta “diversa”, talmente diversa da essere una di quelle di una volta, una di quelle con un amico col pizzetto o col chimono che sta lì a cercare di parlare, cercare di dire qualcosa, durante una delle mie pause di riflessione, ma che puntualmente viene interrotto da un fiume limpido e melmoso che porta sempre e solo acqua al suo mulino.

Un qualcosa da fare, un piacere, un pretesto, un vero impegno.
Un aperitivo. E le ainechen sono solo di contorno.

Un altro stilo

Sunday, May 11th, 2008

Proprio giusto in tempo…
Non so come si usa da quelle parti, ma tra gli internettiani, tra gli informatici, un forum non è solo un posto dove prendersi per il culo e passare le giornate. Ogni singola discussione, ogni singolo post, fa parte della storia del forum, del sito, della community e delle persone che la compongono e la vivono.
E’ per questo che nessuno si sognerebbe mai di spazzare via interi pezzi di vita. E’ per questo che se è vero che esiste scienzeinfo.it è anche vero che c’è e ci sarà a futura memoria anche un altro scienzeinfo, quello vero, quello pieno, quello sacro.

Ma qui no. Quì c’è solo il narcisismo di un uomo, a cui basta se stesso e i suoi bicipiti. E delle 738 discussioni che hanno fatto un forum, adesso ne restano solo 19, per di più tutte iniziate dallo stesso autore (mavà!).
Sicuramente sarà stato un caso. Eppure ho fatto appena in tempo a costruire il mio giudizio.

Vivere è meravigliarsi

Friday, April 25th, 2008

Ovvero se la vita è meravigliosa, non c’è altra conclusione sillogistica. Ma ci si può meravigliare ogni giorno della stessa cosa? Quante volte lo stesso identico evento riuscirà a suscitare uno stupore sempre nuovo?

Ma se invece provassi a convincermi che nella vita, al contrario che nella fredda e logica fisica, non potrà mai accadere lo stesso evento più di una volta?

PP: Pura Pornografia

Friday, April 11th, 2008

L’intervista barbarica a Simona Ventura. Sicuramente tra un po’ ci sarà anche il video sia su youtube, sia sul sito delle invasioni barbariche.
Leggi il resto dell’articolo

Comunicazione di servizio – volutamente in ritardo

Saturday, March 8th, 2008

AISM Perchè la gardenia è più bella delle arance, delle mele, delle azalee, o delle stelle di natale?
Perchè c’è un altra possibilità per chiunque avesse perso l’occasione?
Perchè anche se non si è sicuri se serva c’è comunque la speranza che serva?
Perchè abbiamo tutti un amico, una madre di un’amica, un collega, un vecchio conoscente (possibile che non lo sapevi?) affetto da sclerosi multipla?

Ci sono almeno un milione di stupidi e validi motivi: ma a me ne basta uno solo.